domenica 12 gennaio 2014

Rubrica: PAGINE DA AMARE #1

Questa sera idea nuova. Una rubrica sui libri che avrà cadenza settimanale, ogni domenica.
"Pagina da amare" perchè sono i miei dieci libri preferiti. 
Oggi ho scelto un libro letto un po' di tempo fa ma che mi ha colpita molto.

[Fonte foto: web]

Titolo: L'ombra del vento
Autore: Carlos Ruiz Zafòn

Trama:
[da Wikipedia]
Il giovane protagonista, Daniel Sempere, vive col padre libraio a Barcellona, nell’assenza e nel ricordo della madre morta. Daniel, che è anche la principale voce narrante del racconto, si sveglia all’alba del suo undicesimo compleanno angosciato per il fatto di non ricordare più il volto della madre. È il 1945. La stessa mattina, il padre lo porta nel Cimitero dei Libri Dimenticati, una labirintica e gigantesca biblioteca, nella quale vengono conservati migliaia di volumi sottratti all’oblio.
Qui lo invita, secondo tradizione, ad adottare uno dei libri e a promettere di averne cura per tutta la vita. La scelta ricade su L’ombra del vento dello sconosciuto autore Julian Carax. Daniel ne è rapito, e legge il libro tutto d’un fiato. Il suo entusiasmo lo porta a cercare altri libri dello stesso autore, ma scopre che quella in suo possesso potrebbe essere l’unica copia sopravvissuta di tutte le opere di Carax. Un uomo misterioso, dalle fattezze macabre, da anni ne cerca gli scritti per darli alle fiamme. Si fa chiamare Laìn Coubert, personaggio presente anche nei libri dello scrittore, dove rappresenta il Diavolo in persona.
Daniel inizia a indagare sul mistero riportando alla luce storie di famiglie distrutte, amori fatali, infanzie difficili, incondizionata amicizia, lealtà assoluta e follia omicida. Una ricerca che dura un decennio e che accompagna Daniel nella sua crescita, fino a quando diventa un uomo; una ricerca che mette in evidenza tutta una serie di eventi e circostanze simili a quelli della vita di Carax. Un parallelismo che sconvolge e turba.Tutte le vicende e le ricerche di Daniel si intrecciano con la storia della decadente Barcellona, ferita dalla guerra civile e dal franchismo, raffigurata spesso con toni foschi e sotto una pioggia battente. 


Pagine da amare perchè... 

Ho bramato questo libro per mesi interi senza mai decidermi ad acquistarlo. Non avevo letto nulla dello scrittore e non conoscevo altri libri suoi.
Questo però aveva il suo fascino e qualche anno fa mi è stato regalato. Ricordo lo spacchettamento. Non vedevo l'ora di trovare un po' di tempo libero per iniziarlo. Quando quel momento è arrivato non avevo più tutta quell'euforia. I primi capitoli sono stati infiniti. Sono poi arrivata ad un punto in cui non potevo fare a meno di leggere le pagine successive. E' una storia che rapisce, c'è sempre un avvenimento a sorpresa. Tu pensi che succede una cosa e invece la storia ti stravolge di nuovo. A quel punto non puoi far altro che andare avanti e avanti e ancora avanti. È un libro che non si legge e basta, si mangia. Quando si scoprono piano piano tutti i piccoli segreti, si resta a bocca aperta.
Dopo averlo finito volevo già ricominciarlo. È una storia, a mio avviso, che non annoia mai, nemmeno dopo venti volte. Fa parte di una trilogia ma non c'è un ordine di lettura. Le tre storie sono collegate tra loro e si può trovare un filo logico ma sono anche diverse così da poterle leggere in disordine o anche singolarmente.
Sono proprio pagine da amare.

Citazioni:
  • Nei miei sogni di adolescente, lei e io saremmo sempre stati due amanti che fuggivano in sella a un libro, pronti a dileguarsi in un mondo immaginario fatto di illusioni di seconda mano.
  • Le donne lo capiscono sempre quando un uomo si è perdutamente innamorato di loro, sopratutto se il maschio in questione è un innamorato un po’ tonto.
  • "Davvero non hai letto nessuno di questi libri?" Gli domandò
    "I libri sono noiosi."
    "I libri sono specchi: riflettono ciò che abbiamo dentro" rispose Juliàn.
Au.

2 commenti:

  1. Quanto mi è piaciuto "L'ombra del vento" *_*
    Ne conservo un bellissimo ricordo e mi piacerebbe rileggerlo prima o poi... ottima scelta, davvero!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie. Io volevo rileggerlo appena finito. È una storia così coinvolgente che non si può far altro che avere un bel ricordo :)

      Elimina

Grazie per il tuo pensiero :) Positivo o negativo che sia, è sempre utile ❤