domenica 19 gennaio 2014

Rubrica: PAGINE DA AMARE #2

Secondo appuntamento con questa rubrica che, devo dire, mi piace molto.
Oggi un libro totalmente diverso dal primo (qui).

[Fonte foto: web]

Titolo: L'ultima canzone
Autore: Nicholas Sparks

Trama:
[tratto da Wikipedia]
Veronica Miller, detta "Ronnie", vive a New York con la madre e il fratello più piccolo Jonah. L'estate sta per arrivare ma Ronnie riceve una cattiva sorpresa: dovrà trascorrerla interamente insieme al fratello e al padre Steve, che lei odia per aver abbandonato la famiglia anni prima. Incontra per caso Will, un ragazzo di cui ben presto s'innamora come mai le era capitato, mentre Steve, rattristato dalla distruzione per mezzo di un incendio di una chiesetta locale alla quale era parecchio legato, si ripromette di ricostruire le vetrate della Chiesa stessa con l'aiuto di Jonah. Ronnie e Will vivono una serie di esperienze fantastiche, fino a quando Steve accusa un malore. Lo portano in ospedale, dove lei scopre la verità su suo padre. Ronnie è in preda alla disperazione, e anche il suo rapporto con Will ne risente. Dopo una serie di incomprensioni, la ragazza lo lascia e decide di dedicarsi completamente al padre. Jonah torna a New York con la madre. Ronnie rivaluta il padre, scoprendo tante verità che ignorava, leggendo vecchie lettere e ricominciando a suonare il pianoforte, che per tanto tempo aveva detestato considerandolo la causa del distacco tra lei e Steve. Questo romanzo tratta soprattutto del rapporto difficile tra padre e figlia, tra fratelli, di primi amori che sbocciano e di seconde opportunità.


Pagine da amare perchè...

Questo libro mi è stato regalato da una persona che ama i libri di Nicholas Sparks, lo aveva doppio ed ha deciso di regalarmene una copia.
All'inizio ho fatto un po' di fatica a leggerlo, come con tutti i libri di questo scrittore. Mano a mano che andavo avanti invece mi sono praticamente innamorata della storia, dei personaggi, del modo in cui è scritto. Una storia d'amore estivo che é piú forte della lontananza. Due fratelli che non vanno d'accordo ma che pian piano si avvicinano. Un po' mi rivedo nella protagonista. Anch'io ho un rapporto difficile con mio papà e devo ammettere che questo libro mi ha insegnato molto. Inoltre ho un fratello piccolo che spesso mi fa arrabbiare, come Jonah con Ronnie. È una lettura molto "toccante" e coinvolgente che mi ha, in qualche modo, rapita.
Nonostante le similitudini con la mia vita e la situazione che c'è tra me e mio papà, credo che chiunque possa farsi conquistare da questa storia. 

Citazioni:
  • <Non era quel genere di papà.> <Che tipo era?> <Era complicato.>
  • E grazie per come mi hai fatto sentire ogni giorno nel tempo che abbiamo passato insieme.
  • La vita, ora lo capiva, assomigliava a una canzone. Al principio c’è il mistero, al termine la conferma, ma nel mezzo ci sono le emozioni che arricchiscono l’intera esperienza.
Au.

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il tuo pensiero :) Positivo o negativo che sia, è sempre utile ❤