domenica 2 febbraio 2014

Rubrica: PAGINE DA AMARE #4

Sono le 15.50, ho appena finito di mangiare. Oggi me la sono presa comoda :)
Adesso però sono qui per un nuovo appuntamento con "Pagine da amare".

[Fonte foto: web]

Titolo: È una vita che ti aspetto
Autore: Fabio Volo

Trama:
[da Mondadori]
Questo libro parla di Francesco che non era felice e invece poi sì. Finito. Un ragazzo di oggi, un trentenne qualunque, con un lavoro stressante, storie di sesso con ragazze diverse, la paura di restare fuori dal branco, la difficoltà di comunicazione con i genitori, il rimpianto e il ricordo dell'infanzia, il rito delle canne e il mito dell'amicizia, quella vera. Un ragazzo che un giorno si accorge di esistere senza vivere davvero, e decide che così non va. Con una buona dose di coraggio e tanta autoironia affronta la depressione, l'ipocondria, il torpore esistenziale. Come? Chiedetelo a Francesco. E a Ilaria.
Fabio Volo esplora con un linguaggio semplice il complesso mondo interiore di tutti e di ognuno. E racconta come nessun altro l'umorismo, le folgorazioni e le malinconie struggenti di un ragazzo normale.


Pagine da amare perchè...

Ho letto questo libro anni fa ma resta uno dei miei preferiti. Mi ha portata ad amare la lettura e le emozioni ad essa collegate. L'ho letto (quasi) tutto d'un fiato, una sera che non avevo sonno. Sono andata avanti a leggere dalle dieci all'una della mattina dopo. Di Fabio Volo mi piace il modo in cui scrive, senza tanti giri di parole, senza troppa serietà. Ho tutti i suoi libri ma questo, a mio avviso, è il migliore. Lo rileggerei mille e mille volte. Una storia dei giorni nostri, la vita di un ragazzo normale, come potremmo essere tutti noi. Un linguaggio semplice e scorrevole, un libro da divorare. Molti dicono che Volo si ripete nei suoi libri, che la storia di base è sempre quella, che manca di fantasia. Penso anch'io che le storie si assomiglino un po', tranne l'ultima che è abbastanza diversa (La strada verso casa), ma il modo in cui sono scritte ed affrontate mi fanno venir voglia di leggerle e rileggerle.
E giusto perchè non l'ho già detto abbastanza che mi piace, in uno dei prossimi appuntamenti ci sarà un altro libro dello stesso autore :)

Citazioni:
  • Vorrei esternare lo stato d’animo che sto provando adesso nel trovarmi davanti a queste pagine bianche. Di fronte a questa incognita. Chissà come le riempirò? Cosa c’è di meglio che essere curiosi di se stessi? Pagina bianca come la vita. Le amo entrambe perché sono curioso di vedere come va a finire.
  • <Cazzo ci fai con il tamagotchi? È pure senza pile.> <Non è senza pile, sono semplicemente scariche, ma siccome è ateo non gliele cambio. Non credeva a una vita dopo la morte, così rimane lì.>
  • Tu sei tutto ciò che prima non sono mai riuscito a dire, mai riuscito a vedere, fare, capire. Finalmente sei qui … ho aspettato tanto.



Ed eccomi alla fine anche oggi.


Au.

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il tuo pensiero :) Positivo o negativo che sia, è sempre utile ❤