mercoledì 12 marzo 2014

TAG: Libri (e dintorni) dalla A alla Z

Buonasera gente :)
oggi voglio proporvi un tag libroso, libresco, librettino.. come volete chiamarlo.
L'ho trovato su un blog molto carino che seguo: Adesso che faccio?.
Si tratta di 21 "domande", una per ogni lettera dell'alfabeto.
Cominciamo subito :)

Autore con la A maiuscola (quello di cui hai letto più libri):
A pari merito tra Nicholas Sparks e Fabio Volo. Si, sono una gran sognatrice.

Bevo responsabilmente mentre leggo:
Quando leggo non c'è verso che riesca a fare altro, tanto meno bere che non è per nessun motivo lo "sport" che mi viene meglio.

Confesso d'aver letto:
"Petunia Piedigrandi" di Tiziana Merani. L'ho letto quando ero piccolina ma anche adesso lo rileggerei. Dietro c'è scritto che è adatto ai lettori di quarta e quinta elementare ma ho dei bei ricordi legati a questo libro.

Dovrei smettere di:
Sono indecisa tra due cose. La mia dolce metà mi ha appena suggerito che dovrei smettere di leggere la fine di un libro prima ancora di cominciarlo, io avevo pensato che dovrei smetterla di passare le mie sere davanti al pc su Facebook e, piuttosto, andare avanti con le mie letture. Forse dovrei smettere di fare entrambe le cose.

Ereader o cartaceo:
Cartaceo a vita. Lo so, potrebbe sembrare che io non voglia bene agli alberi ma non è così. Amo mettermi all'ombra di un grosso Baobab per leggere ma parliamone... La sensazione della carta sotto le dita, i taglietti fatti con i bordi dei fogli (che ti fanno tirare giù il cielo), il profumo di un libro vecchio, le pieghe degli anni. Tutte cose che un computerino non ti da.

Fangirl impertinente di:
Fabio Volo!!!

Genere preferito e quello che di solito non leggi:
Non leggo i gialli, gli horror e poco altro. Non ho un genere preferito.

Ho atteso a lungo per:
E cadiamo sempre lì, lo so, sono banale. L'ultimo libro di Fabio Volo "La strada verso casa". Avevo finito di leggere tutti i suoi libri e ne volevo un altro. Ho aspettato più di un anno.

In lettura al momento:
Ormai da settimane "L'armadio dei vestiti dimenticati" di Riikka Pulkkinen.

Luogo preferito per leggere:
Letto o divano ma dev'esserci silenzio altrimenti rileggo la stessa pagina per ore.

Miglior prequel di sempre:
L'unica cosa che mi viene in mente come prequel è il film "Monsters University". Non penso d'aver mai letto un libro che viene dopo ma che viene prima, insomma un prequel, avete capito.

Non vorrei mai leggere:
Le mille sfumature di tutti i colori possibili immaginabili. No!!!

Once more (un libro che hai riletto tante volte ma che rileggeresti ancora):
"L'ombra del vento" di Carlos Ruiz Zafòn.  Non ho riletto nessun libro quindi scelgo questo anche se l'ho letto una volta sola. Una meraviglia. Ho fatto anche una mini recensione qui.

Perla nascosta (un libro che non ti aspettavi fosse così bello):
"Il linguaggio segreto dei fiori" di Vanessa Diffenbaugh. Bellissimo, stupendo, inaspettato davvero.

Questioni irrisolte (un libro che non sei riuscita a finire):
Troppi. Per citarne qualcuno: "Pura vita" e "LeieLui" di Andrea De Carlo, "La ragazza delle arance" di Jostein Gaarder, "L'eleganza del riccio" di Muriel Barbery... basta, mi sto facendo brutta pubblicità :P.

Rimpianti letterari:
A parte non aver comprato qualche libro che mi ispirava tanto, credo sia peggio non riuscire a leggere quanto vorrei.

Serie iniziate e mai finite:
Se si intende anche una trilogia allora posso dire uno dei tre di Carlos Ruiz Zafòn: "Il gioco dell'angelo". Gli altri due ("L'ombra del vento" e "Il prigioniero del cielo") li ho divorati.

Tre dei tuoi antagonisti preferiti:
L'unico che mi viene in mente è Lain Coubert sempre de "L'ombra del vento". Non è proprio un antagonista ma il perchè si scopre verso la fine del libro quindi non ve lo dico.

Un appuntamento con:
La protagonista del libro che vi presenterò domenica questa, per farmi raccontare la storia in prima persona. Non vi dico nulla così siete costretti a leggermi di nuovo. Muahahaha. No sto scherzando. Ma non ve lo dico comunque.

Vorrei non aver letto:
"The boy in the striped pyjamas" di John Boyne. È la versione inglese de "Il bambino con il pigiama a righe". Mi ha obbligata a leggerlo la prof di inglese al liceo. Già era un supplizio leggerlo in inglese, in più non mi piaceva il tipo di libro, l'argomento, il genere. Tutto. Per me era, ed è tutt'ora, troppo forte a livello emotivo.

Zanna avvelenata (quel finale che proprio non ti è andato giù):
"Il meglio di me" di Nicholas Sparks. Non me ne vengono in mente altri ma ci sono di certo.

Anche per oggi ho finito. Mi sono divertita tanto :)
Se avete piacere di fare anche voi questo tag lasciatemi il link sotto nei commenti e verrò a leggervi.
Un abbraccio come al solito ❤

Au.

4 commenti:

  1. Ciao Au :) e grazie mille per lo sponsor ;)
    Un abbraccio :)

    RispondiElimina
  2. Non ho mai letto niente né di Volo né di Sparks :( però alcuni loro libri in casa, quindi prima o poi tenterò :)
    Ahhhhh NOOO! Leggere la fine del libro prima di iniziarlo è una cosa tremenda, e siete in tantissimi a farlo.. io davvero non me ne capacito O_O che senso ha rovinarsi tutto il libro? xD
    "L'ombra del vento" ho in programma di leggerlo prossimamente ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io di Volo li ho tutti e li ho letti tutti. Mi piacciono molto. Di Sparks ne ho qualcuno, tutti faticosi all'inizio ma poi ti prendono, è inevitabile. Non lo faccio sempre ma spesso se non leggo la fine non riesco ad andare avanti. Non è detto che si rovini l'intero libro :)
      Non hai letto "L'ombra del vento"? Mia mamma l'ha iniziato qualche giorno fa. Leggilo presto che te ne innamori :)

      Elimina

Grazie per il tuo pensiero :) Positivo o negativo che sia, è sempre utile ❤